Domande frequenti


D: Quale è lo scopo di un funerale?
R: Il funerale è un importante passo per poter superare il dolore per la perdita di un proprio caro come pure l’opportunità di onorare una vita vissuta. Offre ai membri della famiglia, agli amici e conoscenti un momento ed un ambiente adatto a condividere i pensieri e i sentimenti sulla morte.

D: Quale è il ruolo dell’impresario di onoranze funebri?
R: Gli impresari di onoranze funebri sono a disposizione per aiutarvi in un momento molto difficile della vostra vita. Ascoltano e consigliano, sono organizzatori e aiutano a risolvere problemi. Attraverso le discussioni che si instaurano, sono in grado di guidarvi ed aiutarvi a coordinare un degno omaggio per il vostro caro. Un impresario deve essere in grado di pianificare il servizio e coordinare i vari elementi essenziali per la cerimonia, quali funzioni religiose o civili, predisporre di nozioni sul servizio di cremazione o per la sepoltura, fioristi, allestimenti di annunci e tutto ciò che viene richiesto. L’impresario quale guida esperta in questo momento difficile e importante della vostra vita saprà consigliarvi e condurvi attraverso quest’esperienza dolorosa.

D: È possibile pianificare anticipatamente il funerale?
R: Il nostro consiglio è quello di parlarne e pianificare il proprio funerale. Così facendo potrete offrire a voi stessi e ai vostri familiari una sicurezza emozionale e finanziaria. Con la pianificazione del proprio funerale avrete il tipo di servizio che voi volete e solleverete di conseguenza i vostri familiari dal prendere decisioni in un momento stressante.

D: Cosa determina il costo di un funerale?
R: Voi e i vostri familiari determinate il costo del servizio. Pianificando in anticipo il proprio funerale si può tenere sotto controllo i costi. Così facendo potrete anche programmare e accantonare una parte di denaro per il funerale senza cogliere impreparati i familiari e lasciarli con dei problemi.

Miti e leggende

I funerali sono troppo costosi e deprimenti.
In realtà il costo varia a seconda delle scelte fatte dalla famiglia e di conseguenza dalle preferenze espresse durante gli accordi presi con l’impresario di onoranze funebri. Il funerale serve ad unire una famiglia una comunità attorno ad una persona importante nella loro vita e da la possibilità di sopportare reciprocamente il dolore, il funerale quindi è un primo passo nell’accettare la morte evitare quindi il funerale può significare evitare la realtà.

Bisogna chiamare subito
Gli impresari sono a disposizione 24 ore su 24, ciò non significa che l’organizzazione di un funerale può essere conclusa anche nel cuore della notte. Vi sono molteplici atti organizzativi che sottostanno al normale orario diurno di lavoro e quindi in realtà il servizio può completarsi solo in determinati momenti. Per quanto riguarda il defunto, le moderne strutture ospedaliere sono in grado di mantenere e conservare il defunto per più tempo, senza dover necessariamente dover “correre alla chiamata” delle onoranze funebri. Quando dovesse capitare al di fuori da strutture attrezzate chiamate per una prima cura del defunto e richiedete che venga adeguatamente trattato sino al termine delle decisioni per la realizzazione del funerale.

Bisogna fare in fretta per la vestizione
Una comune preoccupazione dei familiari, che in parte ci richiama al punto precedente, è quella di dover effettuare la vestizione del defunto il prima possibile. In realtà si può procedere alla vestizione della salma anche dopo parecchi giorni se la stessa è stata trattata adeguatamente ossia conservata in un luogo refrigerato con una parziale sistemazione del corpo come la chiusura della bocca, degli occhi e una corretta postura del cadavere.

Prima della cremazione tolgono i defunti dalla bara
La verità è più dettagliatamente spiegata nel paragrafo dedicato a questo argomento, in ogni modo le norme indicano che il defunto va collocato in un contenitore ermetico sia che esso venga sepolto o cremato e l’impresario seguendo le disposizioni dei titolari degli impianti di cremazione è tenuto a consegnare lo stesso il quale poi viene introdotto nella camera di cremazione.

Gli impresari di onoranze funebri sembrano loschi individui che nascondono qualcosa
Bisogna partire dal presupposto cha a volte l’impresario può assumersi la responsabilità di comunicare o meno eventi che lascerebbero un brutto ricordo della persona cara. Ciò non toglie che egli debba avere la massima trasparenza e sincerità e quindi come ribadito in precedenza domandate e siate “curiosi”, pretendete delle risposte chiare. Diffidate da chi vi da risposte vaghe e dubbiose o non è in grado di dare plausibili spiegazioni al rifiuto di una vostra richiesta.